Cultura & tradizioni
Onorare il passato, dando il benvenuto al futuro

I piccoli paesini, le frazioni e i masi isolati, situati in un paesaggio aspro e selvaggio in cui anno dopo anno bisognava lottare per la sopravvivenza, hanno plasmato il carattere della gente di Anterselva e le loro tradizioni. L'unione e la conservazione di quanto si è affermato negli anni contraddistinguono la cultura locale. Per questo le antiche usanze vengono salvaguardate ancora oggi.

Ogni tanto il gruppo di danza popolare di Rasun di Sopra mostra con gioia i tradizionali balli popolari, eseguiti nei costumi tradizionali di un tempo.

Ogni due anni i robusti cavalli Norici si mettono in mostra: dall'intera area alpina di lingua tedesca gli scuri giganti si incontrano a Rasun di Sotto in occasione della fiera di cavalli Gesamttiroler Norikerschau
Competizioni e sfilate costituiscono la degna cornice per la  forza indomabile e l'orgogliosa eleganza di questi animali.

Il 24 agosto, nel parco giochi di Rasun di Sotto ha luogo il Mercato in onore a San Bartolomeo: arrivano tutti, chi cerca qualcosa da comprare o chi vuole vendere qualcosa. Oltre alle bancarelle di abbigliamento, si trovano a buon mercato anche prodotti fatti a mano e carabattole. E dato che l'osservare e il valutare, il paragonare e il comprare mettono appetito, l'adiacente Sagra della polenta, dei funghi e dello strudel provvede a soddisfare il palato.

Durante le sagre non può inoltre mancare il pupazzo Michl, ne è semplicemente parte integrante, così come le campanelle, il verde degli abeti e i fiori che ornano le mucche fanno parte dell'Almabtrieb, la festa per il ritorno del bestiame dall'alpeggio. Le bande musicali della valle sono indispensabili per feste e celebrazioni.